Il telescopio solare del Calina ha visto la sua prima luce

Nei primi giorni di settembre al Calina è diventato operativo un nuovo telescopio dedicato alle osservazioni del Sole. Si tratta di un sistema di due rifrattori da 150 millimetri con una focale di 1 metro: uno è un telescopio Lunt munito di filtro Hα per l’osservazione delle protuberanze e delle eruzioni solari, l’altro è un apocromatico con le ottiche realizzate da Zen, munito di un prisma di Herschel per l’osservazione della fotosfera in luce bianca e nel “continuum green” con un filtro interferenziale con banda passante da 10 nanometri, entrambi con possibilità d’osservazione sia visuale che con acquisizione d’immagine tramite camera CCD.