Rientro della capsula Starliner

E’ atterrata con successo la capsula CST-100 Starliner dell’azienda Boeing, a conclusione della sua 1° missione di test OFT-1 (Orbital Flight Test 1).
Il volo, senza equipaggio a bordo per questa prima volta, aveva come obiettivo il testare tutti i sistemi della nuova infrastruttura di missione per la realizzazione di un servizio di trasporto orbitale commerciale certificato al volo spaziale umano, all’interno del programma NASA Commercial Crew Program.
Come abbiamo visto nei giorni scorsi la missione ha dovuto affrontare un problema che ne ha precluso l’inserimento nella giusta orbita target da cui poi iniziare l’avvicinamento alla Stazione Spaziale Internazionale. Il team del controllo missione ha fatto raggiungere alla capsula un’altra orbita stabile, da cui è stato possibile programmarne il rientro sulla Terra, allo White Sands Space Harbor in New Mexico.
Starliner ha iniziato il ritorno a casa dall’orbita terrestre con l’accensione dei propulsori per frenare la sua corsa, uscire dall’orbita e tuffarsi nell’atmosfera per il rientro controllato.
L’atterraggio è stato un nuovo primato per l’astronautica USA, per la prima volta una capsula spaziale americana è atterrata sulla terraferma. Il touchdown è avvenuto nello stesso sito in cui atterreranno gli equipaggi di ritorno dalla ISS. La vedete nella foto in alto, appoggiata agli airbag.